Accordo Acm, Burmo: aziende possono rispondere a esigenze Fiat restando nel Ccnl metalmeccanico

burmo_bari_usi“L’ipotesi di accordo per le aziende del consorzio Acm dimostra che la scelta di aprire una finestra per l’automotive dentro il contratto nazionale metalmeccanico è stata vincente”. Lo ha detto stamane il responsabile nazionale Fim Cisl per l’indotto Fiat, Leonardo Burmo, evidenziando che “tale scelta consente a tutte le imprese fornitrici di rispondere alle esigenze produttive di Fiat senza abbandonare la cornice del contratto nazionale metalmeccanico. L’intesa firmata con il consorzio Acm va proprio in questa direzione e mette nelle condizioni l’indotto di sostenere la nuova missione produttiva che il gruppo Fca ha attribuito allo stabilimento Sata di Melfi”.