Fca Melfi, bus strapieno e lavoratori appiedati

39b71a60a3Ancora problemi per i lavoratori che si recano allo stabilimento Fca Sata di Melfi a bordo di pullman. La Fim Cisl Basilicata – che si era già occupata della questione alcune settimane fa – segnala disagi soprattutto sulla tratta Potenza-San Nicola di Melfi coperta dalle autolinee Centro Sud. Pochi i posti a disposizione a seguito delle nuove assunzioni e bus che viaggiano sempre più spesso sovraccarichi, tanto che questa mattina alcuni lavoratori, non potendo usufruire del servizio, sono stati costretti ad utilizzare mezzi propri per coprire gli 80 km che separano il capoluogo da San Nicola. Il pullman è stato inoltre costretto a fermarsi a Sant’Angelo di Avigliano per consentire ai viaggiatori in piedi, giustamente indignati per il disservizio, di prendere il bus proveniente da Oppido, dello stesso vettore.

DSC_0941Vibrante la protesta dei lavoratori della Sata e dell’indotto che chiedono “un adeguamento dei servizi di trasporto per poter raggiungere i posti di lavoro in modo dignitoso senza ulteriori aggravi sia economici che di sicurezza”. Il mancato adeguamento dei trasporti alle mutate esigenze del polo automotive di Melfi è stato al centro, venerdì scorso, di un incontro tra sindacati metalmeccanici e il presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi. “Il problema è concreto e va affrontato e risolto in tempi brevissimi perché la fabbrica non aspetta”, commenta il segretario della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista (nella foto), che si appella alle istituzioni locali, in primis Regione e Province, “affinchè pongano mano ad un forte potenziamento del trasporto pubblico verso il polo industriale di San Nicola. Non chiediamo la luna – conclude il sindacalista della Fim – ma almeno un servizio di trasporto degno della sfida industriale che si sta realizzando a Melfi”.

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0Email this to someone