La Fim Cisl riunisce il 25 marzo il comitato direttivo regionale a San Nicola di Melfi

La difficile e finora infruttuosa trattativa per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici e la Marcia per il lavoro in programma a Potenza il 9 aprile saranno al centro del direttivo regionale della Fim Cisl che si terrà venerdì 25 marzo alle 10 nella sede del sindacato di Contrada Parasacchiello a San Nicola di Melfi, a poche centinaia di metri dallo stabilimento Fca. Dopo sei mesi di trattative e tredici incontri il negoziato contrattuale è impantanato sulla questione del salario, dove si registra un muro contro muro tra Federmeccanica e sindacati metalmeccanici, che dopo anni di incomprensioni tornano a marciare uniti. “L’unità per fare il contratto, per fare una sintesi e non una sommatoria di posizioni. Unità non difensiva, per guardare avanti”, ha spiegato nei giorni scorsi il segretario nazionale della Fim Cisl, Marco Bentivogli, in un’intervista all’Unità.

12194805_991822750838259_554291267777263164_oE unitari saranno gli attivi regionali in programma nei prossimi giorni per riannodare intorno alla battaglia sul contratto nazionale i fili della coesione sindacale. Per i metalmeccanici di Puglia e Basilicata l’appuntamento è a Bari l’8 aprile. “La riunione affronterà il tema del contratto dei metalmeccanici”, spiega il leader della Fim lucana, Gerardo Evangelista, “Fim Fiom Uilm chiamano a raccolta tutta la categoria dei metalmeccanici a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto nazionale e per superare le insufficienze e le lungaggini delle controparti”. Tornando al direttivo regionale del 25 marzo a Melfi, si discuterà anche della Marcia per il lavoro, in programma a Potenza sabato 9 aprile, mobilitazione lanciata da Cgil Cisl Uil di Basilicata per sostenere il Manifesto per il lavoro lanciato alla fine dello scorso anno. “La Fim Cisl sarà presente con una propria delegazione – annuncia Evangelista – e inviterà iscritti e non, lavoratori e disoccupati, anziani e giovani, donne e uomini a partecipare e a sostenere la manifestazione”.

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0Email this to someone