Fca, a Melfi due settimane di Cigo sulla linea Punto

La Fca di Melfi ha inoltrato oggi alle rappresentanze sindacali aziendali e ai sindacati di categoria una richiesta di cassa integrazione guadagni ordinaria per due settimane, dal 26 settembre al 7 ottobre, per i circa 1.100 lavoratori impegnati sulla linea di produzione della Punto. Attualmente i lavoratori occupati nello stabilimento di Melfi sono complessivamente circa 7.700 impegnati nella produzione dei modelli Jeep Renegade, Fiat 500X e Punto. Al 30 giugno erano state prodotte nel sito lucano circa 195.000 auto, di queste l’82 per cento Renegade e 500X e circa il 18 per cento di Punto.

uliano_fim_nazPer il segretario nazionale della Fim Cisl, Ferdinando Uliano, “è chiaro che siamo difronte ad un primo segnale che ci porterà, non nell’immediato, alla fase finale dell’attuale modello della Punto. È pertanto indispensabile aprire anzitempo un confronto con Fca volto a trovare, in prospettiva, le soluzioni occupazionali e produttive per i circa 1.100 addetti attualmente occupati sulla linea Punto, considerando anche la possibilità di un nuovo modello da affiancare a quelli recenti di successo come Renegade e 500X. Nel frattempo saremo impegnati come sindacato ad individuare le soluzioni nell’ambito della gestione degli ammortizzatori sociali in grado di dare le massime garanzia e tutele di reddito e professionali ai lavoratori coinvolti”.

12194805_991822750838259_554291267777263164_o“Non è un fulmine a ciel sereno ma una fase prevedibile che bisognerà gestire con grande intelligenza”, è il commento del segretario regionale Gerardo Evangelista, secondo cui “c’è bisogno di fare sinergia per tutelare il lavoro e i lavoratori. Spostare l’attenzione dai problemi ad altro, come fa qualche altra organizzazione, non aiuta ad affrontare una fase prevedibile della vita aziendale. Aspettare il peggio per dire ‘noi l’avevamo detto’ non fa parte del nostro dna. I lavoratori sono stati protagonisti del lancio della prima Punto inaugurata nel marzo 1994, i lavoratori per prima sanno che ormai è alla fine; oggi produce circa 340 su due turni per 5 giorni la settimana, impiegando circa 1.070 operai. Ora i lavoratori sperano che, grazie alla loro esperienza, bravura e competenza e con un sindacato sempre attento – conclude Evangelista – Fca metta in campo un altro prodotto. Noi lavoriamo per raggiungere questo obiettivo, lasciamo agli altri la polemica”.

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0Email this to someone