A Melfi la 107esima tappa di Rewind

cipriani_corso_wcm_melfi_3Dal fabbisogno formativo al capitale umano. È il tema del corso di formazione organizzato dalla Fim Cisl Basilicata in programma giovedì 24 novembre, dalle 9,30 alle 18, nella sede di San Nicola di Melfi, in Contrada Parasacchiello, nei pressi dello stabilimento Fca. Il corso, indirizzato a circa 60 delegati sindacali provenienti da ogni angolo della regione, è la 107esima tappa del programma nazionale Rewind e conferma l’attenzione della Fim Cisl per la formazione continua come strumento di crescita ed emancipazione dei lavoratori. Durante la giornata di formazione si parlerà di fabbisogno formativo e valorizzazione del capitale umano, del ruolo del sindacato nel campo della formazione professionale, di come gli enti di formazione possono supportare le aziende e i lavoratori e di politiche attive del lavoro. Non mancherà un passaggio sulla trattativa no-stop che parte oggi per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici. Aprirà i lavori il segretario generale della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista, seguiranno gli interventi dei relatori: Antonello Gisotti, formatore della Fim Cisl nazionale, Francesco Telesca, project manager di Memory Consult, Enrico Gambardella, segretario della Cisl Basilicata.

Attraverso momenti di studio, scambio e confronto e il contributo di esperti e sindacalisti il corso intende offrire un’esperienza di apprendimento originale e innovativa in grado di coinvolgere attivamente e motivare i partecipanti. “In questo frangente il sindacato ha bisogno di persone motivate dentro le fabbriche che siano in grado di analizzare i problemi e proporre soluzioni”, spiega il leader della Fim Cisl lucana, Gerardo Evangelista. “La Fim sta investendo con grande convinzione nella formazione della prima linea nella consapevolezza che per tutelare al meglio i lavoratori servono delegati competenti, perché oggi non basta essere animati da grande passione – aggiunge Evangelista – ma serve anche un robusto bagaglio di competenze e conoscenze per affrontare con la giusta consapevolezza le grandi sfide del cambiamento dentro l’universo della fabbrica”.

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0Email this to someone