Itm, sì dei lavoratori al nuovo integrativo

Con 185 voti favorevoli e 11 contrari i lavoratori dello stabilimento Italtractor di Potenza hanno approvato l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo di gruppo. L’intesa, raggiunta dopo una lunga e difficile trattativa tra i sindacati metalmeccanici Fim Fiom Uilm e l’azienda, prevede un premio di risultato massimo di 1.648 euro nel 2018, cifra che sale a 1.751 euro nel 2019 e 1.854 euro nel 2020.
Il premio di risultato sarà erogato al raggiungimento di determinati obiettivi di redditività, qualità ed efficienza. Il nuovo contratto integrativo prevede inoltre novità significative in materia di formazione professionale dei dipendenti e la possibilità di convertire il premio di risultato in servizi di welfare.
Per la Rsu e la segreteria della Fim Cisl Basilicata “il nuovo contratto è complessivamente un buon accordo sia sul piano economico che sul piano normativo. Abbiamo siglato un integrativo moderno che non si limita ad erogare un sostanzioso incremento della busta paga ma pone al centro la persona con misure mirate alla qualificazione professionale dei lavoratori e al welfare integrativo

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0Email this to someone