Ex Blutec Tito, firmato accordo per il passaggio dei lavori alla MA di Melfi

Con la firma oggi al Ministero del Lavoro dell’accordo per la cassa integrazione straordinaria, i commissari di Ingegneria Italia, i rappresentanti di Fim, Fiom e Uilm, l’azienda MA Srl hanno proceduto al completamento della procedura ex art. 47 che sancisce entro e non oltre i prossimi sei mesi, dovuti al fitto di ramo di azienda, il passaggio dei 30 lavoratori dislocati nello stabilimento Ingegneria Italia di Tito presso la sede della Ma situata nella zona industriale di Melfi.

Secondo la Fim Cisl “dopo anni di lotte e sacrifici si chiude in maniera positiva questa lunga vertenza che vede riaprire le porte per un nuovo futuro occupazionale con un gruppo importante dell’automotive e dell’indotto Fca di Melfi”.

Entro metà gennaio – spiega il sindacato – le parti si incontreranno per definire in maniera dettagliata il crono-programma del riassorbimento di tutte le maestranze in forza a Tito. In aggiunta è stato garantito nella giornata di oggi il versamento del premio di risultato, l’anticipo della mensilità di dicembre e parte della 13ma mensilità maturata in ambito di amministrazione straordinaria. Nei prossimi giorni ci saranno le assemblee con tutti i lavoratori per illustrare quanto sottoscritto tra le parti.